This must be the place (2011)

 

This must be the place

Titolo: This must be the place
Regia:Paolo Sorrentino
Genere
: Drammatico
Durata:118 minuti
Anno: 2011
Musiche:
David Byrne
Produzione: Indigo Film, Lucky Red, ARP Sélection, Element Pictures, Pathé, Irish Film Board, Section 481, Eurimages Council of Europe.
Interpreti:Sean Penn, Judd Hirsch, Frances McDormand, Kerry Condon, Eve Hewson, Joyce Van Patten, David Byrne, Shea Whigham, Tom Archdeacon, Harry Dean Stanton, Seth Adkins, Simon Delaney, Gordon Michaels, Robert Herrick, Tamara Frapasella, Sarab Kamoo, Liron Levo.


Voto:
Trailer: Link

Trama: Cheyenne, ebreo ed ex rockstar di musica goth, rossetto rosso e cerone bianco, conduce una vita più che benestante a Dublino, trafitto da una noia che tende talora ad interpretare come leggera depressione. La morte del padre, con il quale aveva da tempo interrotto i rapporti, lo riporta a New York. Qui, attraverso la lettura di alcuni diari, mette a fuoco la vita del padre negli ultimi trent’anni, durante i quali il genitore aveva cercato ossessivamente un criminale nazista rifugiatosi negli Stati Uniti. Cheyenne decide così, contro ogni logica, di proseguire le ricerche e di mettersi alla ricerca di un novantenne tedesco probabilmente morto di vecchiaia.

Recensione:
di Livin

Quello a cui ci troviamo di fronte è un film soggettivo, cioè ogni singola persona può averne un parere diverso, senza però essere giusto sbagliato, perché potrebbe essere tutto.

La regia di Paolo Sorrentino è originale ed essenziale, ricca di primi piani e lente sequenze che incidono nella mente di chi sta guardando, i silenzi sono una parte importante per tutta la durata della pellicola e comunicano quasi più dei dialoghi stessi.

Sean Penn rimane il mito di sempre, il personaggio che interpreta è una stramba rockstar ancora attanagliata dai sensi di colpa per il passato, cosparso di una delicatezza che fa piangere il cuore, che nasconde una dolcezza immensa sotto i capelli cotonati alla meglio e ai vestiti attillati di pelle. La trama è sostanzialmente il percorso di Cheyenne che parte, parte e trova la sua destinazione mentre va, trova il suo passato e assieme il suo futuro, affrontando i fantasmi che ha sempre avuto alle spalle riesce finalmente a diventare un uomo. This must be the place può essere giudicato un vero capolavoro o un’opera di una noia mortale, ma niente può sottrarre a questo film il merito di essere spettacolare e intenso, che di tanto in tanto stupisce con frasi memorabili che fanno quasi male per la forza con cui ci colpiscono la mente e il cuore.

Citazioni

< < La vita è piena di cose bellissime. >>

< < Il problema è che passiamo troppo velocemente dall’età in cui diciamo “farò così” a quella in cui diremo “è andata così”. >>

< < Non è vero, ma è bello che tu me lo dica. >>

Tags:

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi