Thriller Corner #01 – Quelle belle ragazze di Karin Slaughter

thriller_cornerImmagine5

Thriller Corner # 01
Tutti i colori della paura

Quelle belle ragazze

di Karin Slaughter

 

Sapete cosa succede quando due amiche matte come cavalli e alla continua ricerca di nuovi stimoli si confrontano pensando: “Perché no?

THRILLER CORNER è la risposta 😀

Vista la grande soddisfazione e il sano divertimento che  proviamo ogni volta in cui, in un dinamico e discorsivo botta e risposta, ci confrontiamo su tematiche strettamente connesse all’amore e  — più in generale — ai sentimenti, è stata quasi fisiologica l’esigenza di dar vita a una nuova rubrica che del “Lover’s Corner” ne ricalcasse la struttura e l’impostazione ma si presentasse più dura e cattiva nei contenuti: paura, orrore, tensione, rischio, mistero, azione, spionaggio… e chi più ne ha più ne metta. La nostra ambizione, dunque, è quella di rivolgerci a un pubblico non più prettamente femminile e di coltivare questo spazio come un momento di dibattito aperto a tutti.

E come battezzare questa nuova avventura se non con un romanzo capace di destare tutte queste emozioni insieme? Quelle belle ragazze di Karin Slaughter, edito da HarperCollins Italia, per noi è stato all’altezza di questo compito. Tenetevi forte, spegnete le luci, chiudete gli occhi e tremate insieme a noi: il viaggio verso l’ignoto non è stato mai così affascinante.

Immagine5

Ladro di cuoriTitolo: Quelle belle ragazze
Autore: Karin Slaughter
Edito da: HarperCollins Italia

Trama: Claire e Lydia sono sorelle che non si parlano da più di vent’anni. I loro rapporti si sono interrotti quando Claire ha deciso di sposare Paul, affermato architetto, e di diventare la sua sofisticata moglie trofeo. Lydia, invece, è una madre single, ha una storia con un ex detenuto, e fatica ad arrivare alla fine del mese. Nessuna delle due è riuscita a superare la tragedia che ha colpito la loro famiglia quando Julia, la sorella maggiore, è scomparsa senza lasciare tracce, e la notizia che un’altra ragazza, anche lei giovane e bellissima, è sparita nel nulla in circostanze molto simili, di colpo riporta nelle loro vite tutto l’orrore e lo strazio del passato. Come se non bastasse, pochi giorni dopo Paul viene ucciso. Che legame c’è tra la scomparsa di un’adolescente e l’omicidio di un uomo di mezza età a quasi venticinque anni di distanza? Accantonata la reciproca diffidenza, le due sorelle si alleano per dissotterrare i segreti che hanno distrutto le loro vite, finendo per scoprire una scioccante verità dove meno se l’aspettano.

Immagine5

BottaeRispostadi Simog55 & RoRò

RoRò: Che emozione, Simo, l’abbiamo fatto davvero! Era da tempo che ci pensavo su e alla fine, dopo averne tanto parlato, abbiamo creato questo nuovo spazio. Da lettrice onnivora e grande amante del genere suspense, devo ammettere che curare questo nuovo progetto mi entusiasma moltissimo; e il libro di cui parleremo oggi è semplicemente perfetto per ciò che Thriller Corner si propone. Non avevo mai letto un romanzo di questa autrice e onestamente da parte mia è stata una grave mancanza. La Slaughter, a mio parere, ha saputo creare un vero gioiello ricco di colpi di scena e suspense, in cui non manca nulla, c’è davvero tutto, persino quell’approfondimento psicologico imprescindibile, per me, affinché la narrazione diventi credibile. La storia è quella di una bellissima famiglia, felicemente incasinata come possono essercene tante, che all’indomani della scomparsa della maggiore delle tre figlie lentamente e inesorabilmente si disgrega, si consuma e si disperde come foglie portate via dal vento. Ogni elemento a suo modo affronterà il peggiore degli orrori, quello di non conoscere la sorte di un proprio caro. Così Sam, per anni e anni, si dedicherà alla ricerca indefessa della figlia scomparsa senza mai ritrovarla mentre i restanti elementi della sua famiglia andranno alla deriva, senza più un timone a indicare loro la rotta.

Simog55: Alzo la mano e confesso: colpevole! Colpevole di amare anche questo genere di letteratura e poi, dulcis in fundo, farne un’esperienza da condividere con te, compagna di letture e di passioni. 😀 Sicuramente questa prima puntata parte, come si dice a Roma, “col botto”, una sorpresa per me a cui, pur avendo letto tantissimi autori, era “sfuggita” una scrittrice di questa levatura: Karin Slaughter. Questo thriller ha tutto quello che si possa desiderare per chi apprezza il genere: una trama solidissima ed estremamente intricata, colpi di scena al cardiopalma fino all’ultima riga letta, una cura certosina dei particolari e gli approfondimenti psicologici — sarò di parte ma, direi, anche molto femminile — e una storia che, attraverso le due sorelle protagoniste, ci coinvolge fin nel nostro codice genetico! Insomma, un libro perfetto. 🙂 Poi, come facevi giustamente notare tu, proprio il fatto che a essere colpita sia una famiglia come tante, rende la drammaticità degli eventi ancora più dolente e raccapricciante. Ti confesso che, alla fine del libro, la persona che mi è rimasta nel cuore più a lungo è stato proprio Sam, il papà sofferente che proprio non è riuscito ad andare avanti…

RoRò: La perdita di qualcuno che si ama deve essere un dolore straziante ma vivere nel dubbio può essere una tortura anche peggiore; quello che succede a Helen, la madre, e Claire e Lydia, le due sorelle superstiti, è un epilogo altrettanto drammatico, perché le incomprensioni, gli sbagli, gli errori di ciascuna smembreranno completamente quel che resta della loro famiglia. Il merito dell’autrice consiste proprio nell’essere riuscita a rendere perfettamente quello strano fenomeno per cui un evento disgraziato genera, come un tumore maligno, un’inevitabile sequela di sciagure. Sam si toglierà la vita, Lydia si accanirà in un ostinato autolesionismo, fatto di droghe ed eccessi, e Claire si annullerà in un matrimonio in cui un marito, anche troppo premuroso, non le permetterà di autodeterminarsi veramente. Sarà proprio quest’ultimo, Paul, — un uomo la cui natura la Slaughter non ci permetterà mai di afferrare fino in fondo, al pari di quegli infidi sogni che al risveglio svaniscono come nebbia al mattino — la goccia che fa traboccare il vaso, causando il definitivo e repentino isolamento di Lydia. L’autrice, come il gatto con il topo, si gingillerà con il lettore in un subdolo gioco in cui ci presenterà le due anime di un uomo che forse, tutto sommato, non ne ha davvero una.

Simog55: Personalmente sono rimasta colpita da Claire e Lydia, due sorelle che dopo un difficile riavvicinamento impareranno a fidarsi nuovamente l’una dell’altra e che, ritrovandosi unite nella ricerca della verità, sapranno mettere in discussione le proprie certezze e il loro stesso essere adulte, scoprendo di essere molto più forti e intelligenti di quanto tutto l’universo maschile pensi di loro. originalDonne forti, coscienti e coraggiose che lotteranno fino all’ultimo respiro per svelare una realtà dolorosa e crudele e anche per difendere le proprie vite e quelle dei loro cari. Donne che entreranno a far parte, a pieno merito, dell’elenco di quegli eroi silenziosi ma efficaci che sempre lottano per la verità e il bene comune. Colgo l’occasione anche per fare i complimenti alla Casa Editrice Harper Collins per le scelte editoriali che sta coraggiosamente portando avanti dal suo “approdo” in Italia: ottimi autori con una scelta di titoli interessante, non solo per questa ma anche per le altre collane, una su tutte la BlueNocturne, che finalmente annovera tra le sue autrici una del calibro di Ilona Andrews. Bravi!!! Continuate così 😉

RoRò: La scelta di dedicare una vera e propria collana al genere thriller “puro” la trovo lodevole, specie dal momento che le loro selezioni sanno tenere altissimo il livello di adrenalina; una scelta coraggiosa, quindi, che aspira a scrollarsi di dosso quella patina rosa di cui, invece, si era rivestita la precedente vecchia guardia — la Harmony — come Casa Editrice rivolta a un pubblico di sole donne. Un libro per tutti dunque, che persino un palato maschile troverà assolutamente degno di nota. Per Thriller Corner è tutto, arrivederci al prossimo appuntamento 😉

VOTO:
di Simog55: 4Astelle.png
di RoRò:     

Immagine5

Adele AshworthKarin Slaughter, autrice regolarmente ai primi posti nelle classifiche di tutto il mondo con più di 35 milioni di copie vendute, è considerata una delle regine del crime internazionale. Ha all’attivo quindici romanzi tradotti in trentatré lingue, che includono la fortunata serie Grant County e quella con protagonista il celebre Will Trent. Il nuovo romanzo, Pretty Girls, è il suo primo thriller psicologico e sarà presto in vendita anche in Italia con il titolo Quelle belle ragazze. Nata in Georgia, attualmente vive ad Atlanta.
facebook.pngtwitter.pnggoodreads.pngblogger+logo.png

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi