Ti aspettavo di J. Lynn alias Jennifer L. Armentrout [Serie Wait for you #1]

Serie Wait for you

di J. Lynn alias Jennifer L. Armentrout

autrice

Jennifer L. Armentrout vive a Martinsburg, in West Virginia. Tutte le voci sentite sul suo conto non sono vere. Beh, per la maggior parte. Quando non è duramente impegnata a scrivere, passa il tempo leggendo, elaborando e guardando brutti film di zombie, fingendo di scrivere.
Divide casa con suo marito e ama passeggiare con lui e con il suo jack russel, Loki. I suoi sogni di diventare una scrittrice sono cominciati durante le lezioni di algebra, quando passava il tempo scrivendo storie brevi, il che potrebbe spiegare i suoi deprimenti voti in matematica. Jennifer scrive sia urban fantasy e romance, sia young adult che adult.

Sito: http://www.jenniferarmentrout.com

serie

1. Ti aspettavo (Wait for you)
1.5 Trust in me
2. Be with me
3. Stay with me

datilibro
Il Corsaro NeroTitolo:
Ti aspettavo
Autore: J. Lynn alias Jennifer L. Armentrout (Traduzione: Ilaria Katerinov)
Serie: Wait for you #1
Edito da:  Casa Editrice Nord
Prezzo: 16.40 € oppure ebook 9.99 €
Genere: New Adult, Sentimentale, Romanzo contemporaneo
Pagine: 406 p.
Voto: http://i249.photobucket.com/albums/gg203/nasreen4444/SognandoLeggendo/2Astelle.png

  

Trama: L’università è la sua via di fuga. Per troppi anni, dopo quella maledetta festa di Halloween, l’esistenza di Avery Morgansten è stata un incubo, e adesso può finalmente ricominciare da capo. Tutto ciò che deve fare è arrivare puntuale alle lezioni, mantenere un profilo basso e – magari – riuscire a stringere qualche nuova amicizia. Quello che deve assolutamente evitare, invece, è attirare l’attenzione dell’unico ragazzo che potrebbe mandare in frantumi il suo futuro…
Cameron Hamilton è il sogno proibito delle studentesse del campus: fisico atletico e ammalianti occhi azzurri, è il classico ribelle dal quale una brava ragazza come Avery dovrebbe tenersi alla larga. Eppure Cam pare proprio spuntare ovunque, col suo atteggiamento disincantato, le simpatiche punzecchiature e quel sorriso irresistibile. E Avery non può ignorare il fatto che, ogni volta che sono insieme, il resto del mondo scompare e lei sente risvegliarsi quella parte di sé che pensava di aver perduto per sempre.
Però, quando inizia a ricevere delle e-mail minacciose e delle strane telefonate notturne, Avery si rende conto che il passato non vuole lasciarla andare. Prima o poi la verità verrà galla e, per superare anche questa prova, avrà bisogno d’aiuto. Ma la relazione con Cam sarà la colonna che la sorreggerà o lo «sbaglio» che la trascinerà a fondo?

estratto
->>TI ASPETTAVO<<-

Recensioneùby Alexa G

Volevo solo dimenticare il passato.
Volevo solo cominciare una nuova vita.
Volevo solo proteggere il mio cuore.
Ma poi sei arrivato tu…

Mi trovo in oggettiva difficoltà a recensire questo libro che in molti osannano. Probabilmente risulterò impopolare. Ma che dire? Il mondo è bello perché vario.

Sebbene sia scritta con personalità, e nei momenti “caldi” l’autrice riesce a descrivere il tutto dettagliatamente senza scadere mai nel volgare, anzi, la storia rimane, purtroppo, nella mediocrità. È come se mi trovassi a recensire questo libro e mi sforzassi di trovare qualcosa per cui si contraddistingua, senza riuscire a trovare qualcosa di veramente incisivo. Capiamoci, non è un brutto libro, questo no, ma in qualche modo mi aspettavo qualcosa di più.

Avery Morgansten è una matricola all’università del West Virginia. Ha lasciato la sua città natale e ha posto migliaia di chilometri tra lei e il passato, nella speranza di lasciarsi tutto alle spalle; è qui che incontra Cameron Hamilton.

Per un istante mi chiesi cosa sarebbe successo se Cam fosse stato interessato a me in quel senso. […] Sarebbe stato bello, mi risposi. Sarebbe stato come prima. Prima che Blaine Fitzgerald mi portasse via tutto quanto.

Se non avessi letto altri libri del genere, avrei anche trovato Cam ed Avery dolci e meravigliosi, ma tutto in questo libro, tutto, finisce per rasentare lo stereotipo. Lui bello e rubacuori, che mette la testa a posto solo quando incontra lei, e dopo la quale diventa un “monaco buddista” in attesa che si decida. Lei, invece, è quanto di più inverosimile si possa trovare in una ragazza di diciannove anni – d’accordo non essere consapevole della propria bellezza, ma così è troppo persino per me.

Non voglio fare la cinica, io adoro il romanticismo, ma detesto che mi si voglia dare a bere dei personaggi del genere e una storia così abusata. Avery ha un passato doloroso – e te pareva – e solo l’incontro con Cam, e la successiva scoperta dell’amore e del sesso, riusce a guarirla. Eh sì, perché Avery ha diciannove anni e non ha mai baciato nessuno. Ora, va bene che qualcuno possa trovarlo romantico, ma io riesco solo ad irritarmi. Non è credibile ed è oltremodo un espediente inutile.
L’alchimia tra i due protagonisti è unica, ma a mio avviso Cam ed Avery avrebbero meritato che attorno gli venisse costruita una storia degna di loro e delle loro potenzialità.

La forza del libro è la semplicità, ma alcuni temi, o meglio, il passato che l’autrice ci consegna attraverso le parole dei protagonisti, non mi ha convinta del tutto – mi riferisco principalmente ad Avery e al comportamento dei suoi genitori. Inoltre, Cam per tutto il libro si comporta come il ragazzo perfetto: troppo bello, sexy e dice o fa sempre la cosa giusta, se poi ci mettiamo pure che cucina…

Insomma, fa venire voglia di gridare al cielo: “Ma dove sono i ragazzi così quando li cerchi?”; e, ripensandoci, l’autrice credo che abbia calcato la mano coi pregi e si sia dimenticata di aggiungere qualche difetto. Io non ne ho trovato nemmeno uno. Tutto molto dolce, ma a tratti stucchevole.

Le vicende dei personaggi si svolgono tra le lezioni, qualche festa – poche per la verità, visto che Avery ha brutte esperienze alle spalle – e l’appartamento dei due. Eh sì, i due protagonisti, dopo il primo incontro  (per la verità scontro, visto che Avery finisce addosso a Cam proprio fuori dall’aula di astronomia), scoprono di abitare nello stesso palazzo. Indovinate in quale pianerottolo? Ebbene sì, pure dirimpettai.

Cam “torturerà” Avery per avere un appuntamento e lei cederà dopo due mesi. E poi… e poi tutto si svolge tra lezioni e incomprensioni. Perchè Avery non ama parlare del suo passato e ricevere messaggi ingiuriosi da un numero sconosciuto non fa altro che rinnovare un’antica ferita che ancora la tormenta, compromettendo il loro futuro; ma anche Cam non sarà da meno in quanto a segreti.

Avery e Cam sono entrambi alle prese con un passato difficile da dimenticare; ma, mi dispiace dirlo anche ora, in entrambi i casi avevo già mangiato la foglia… troppo prevedibile.

Libro scorrevole, ma che a tratti mi ha strappato qualche sbadiglio. Meglio i passaggi che l’autrice ha dedicato a descrivere i momenti di tenerezza tra i due protagonisti – decisamente le pagine migliori – ma niente di più nel filone new adult a cui il libro “vorrebbe” appartenere.

Mi dispiace, aspettavo Wait for you da diversi mesi e le aspettative purtroppo sono state disattese.

Lascia un commento

0 risposte a “Ti aspettavo di J. Lynn alias Jennifer L. Armentrout [Serie Wait for you #1]”

  1. […] “Wait for You”: 1. Wait for You (Ti aspettavo) 1.5 Trust in Me (Ti fidi di me?) 2. Be with Me (Stai qui con me) 3. Stay with […]

  2. […] Wait for You: 1. Wait for You  (Ti aspettavo) 1.5 Trust in Me (Ti fidi di me?) 2. Be with Me (Stai qui con me) 2.25 Believe in Me 2.5 The […]

  3. […] Wait for You: 1. Wait for You  (Ti aspettavo) 1.5 Trust in Me (Ti fidi di me?) 2. Be with Me (Stai qui con me) 2.25 Believe in Me 2.5 The […]

  4. […] “Wait for You”: 1. Wait for You (Ti aspettavo) 1.5 Trust in Me (Ti fidi di me?) 2. Be with Me (Stai qui con me) 3. Stay with Me (Resta con me) 4. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi