Torn by Amanda Hocking

Amanda Hocking è una scrittrice di paranormal romance e young adult. Vive a Austin, in Minnesota. Ha lavorato in una casa di riposo fino al 2010 e, durante il tempo libero, ha scritto 17 romanzi. Dall’aprile del 2010 ha iniziato ad autopubblicare i suoi romanzi come e-book. Nel marzo 2011 aveva già venduto più di un milione di copie di nove dei suoi libri ricavando dalle vendite due milioni di dollari, una cifra fino ad allora inaudita per gli scrittori autoprodotti. All’inizio del 2011, la Hocking, ha raggiunto una media di 9.000 copie vendute al giorno.

Sito dell’autrice: http://amandahocking.blogspot.it/

Trylle Trilogy

  • Switched
  • Torn
  • Ascend

 

Wendy si trova a casa del fratello Matt, insieme al suo mansk Rhys. Dopo aver discusso con Finn e il nuovo cercatore, il fragile Duncan, Wendy, Rhys e Matt si ritrovano prigionieri nelle segrete del Palazzo reale dei Vittra. Fa il suo ingresso un nuovo personaggio, il biondo Loki, che tenta il possibile per conquistarla. Wendy viene portata al cospetto del Re e della Regina dei Vittra, scoprendo con sgomento che suo padre non è affatto morto: infatti è il Re in persona. Salvata dai suoi, Wendy fa ritorno alla casa materna in cui riceve un intenso addestramento da parte del suo amico Trove, che l’aiuta a controllare e sviluppare i propri poteri. Nel frattempo la protagonista si accorge di non avere futuro con il suo amato Finn e acconsente quindi a un matrimonio combinato per il bene del suo regno. Le armate del padre sono infatti alle porte.

Il secondo libro della trilogia si allinea fondamentalmente al primo anche se, forse, alcuni aspetti della trama potevano essere approfonditi in vista dell’ultimo volume.
Chi si appresta a leggere questa serie non deve dimenticare che siamo di fronte a un’autrice americana abbastanza giovane, influenzata dalla cultura postmoderna: nelle vicende narrate non troveremo infatti alcun riferimento colto, nessuna citazione di rilievo, nessuna riflessione filosofica. Tutti i protagonisti, nonostante siano molto diversi a livello sociale, hanno più o meno lo stesso grado di cultura, vale a dire molto basso: spesso l’autrice si riferisce a programmi per teenager o a personaggi del cinema commerciale. Perciò, non aspettatevi più di questo.
Parte della trama si perde nelle complicazioni amorose della bella Wendy, che si è ormai rassegnata a vivere l’intera esistenza rinchiusa tra le quattro mura di un regno a lei estraneo, maritata a una persona che non ama e costretta ad anteporre gli interessi del popolo ai suoi, esattamente come fece l’algida Elora, sua madre. Da questo punto di vista possiamo dire che è maturata, anche perché improvvisamente si è messa a studiare di buona lena.

lady_diana_(6)

Wendy ormai si è rassegnata alla vita da principessa

Finn svanisce sempre più come il fumo di un rogo appena spento, e la sua figura continuerà ad assottigliarsi anche nell’ultimo tomo della serie. Wendy non perde occasione per sbaciucchiarselo, ma non lo ama più abbastanza da concedergli la sua preziosa virtù (come vedremo, nel terzo libro non si farà più tanti scrupoli).

Matt perde qualsiasi traccia di carattere che avevamo intravisto all’inizio della storia e si adagia nella vita lussuosa e ovattata dei Trylle, ormai dimentico dell’istinto protettivo e morbosamente geloso che lo spingeva a controllare ogni passo della sorellina ribelle. Ogni tanto si ricorda di fare un colpo di telefono alla zia dispersa, che non si pone il minimo problema ad abbandonare i nipoti a casa di sconosciuti e ne approfitta per far festa in quel di New York.

Loki, il Brad Pitt della situazione, passa la sua vita a insidiare Wendy, poiché è stato colpito dalle frecce di cupido nel momento stesso in cui ha posato gli occhi su di lei per la prima volta, ed è rimasto stordito dal suo fascino al punto da lasciarla pestare a sangue dalla sua compare. Il suo carattere si riduce al piglio spiritoso e macho di turno, che tutti detestano tranne Wendy. A volte non c’è bisogno di scambiare nemmeno due parole, gli ormoni sono sufficienti a creare un amore eterno.

Brad_Pitt

Loki dai capelli d’oro

Tove è il personaggio più interessante della storia, ma l’autrice tende a trascurarlo man mano che le pagine si accumulano. Essendo uno dei troll più potenti, più assennato e onesto avrebbe potuto svolgere un ruolo dominante nelle viccende del regno, ma le sue potenzialità non sono state sfruttate: si è ridotto a un burattino nelle mani della madre e della suocera, e, quel che è peggio, non ha mai mosso un dito per cambiare il suo destino.

Elora era algida e schiva nel primo tomo, mentre qui sembra più compiaciuta dalle scelte della figlia, anche se il loro rapporto non si è sviluppato ancora a sufficienza. Wendy le rimprovera di non essere stata onesta riguardo a Oren, il crudele ex-marito, lasciandola sprovveduta e ignorante mentre si supponeva che dovesse regnare su ben due popoli. Dal canto suo, Elora fa di tutto per istruire la figlia sui suoi futuri doveri di Regina e ciò sembra bastarle.

Alcuni personaggi svaniscono nel nulla, come Rihannon, ma il pregio del libro risiede nel farci immergere nella storia del popolo Trylle, che, tutto sommato, è abbastanza interessante, anche se per conoscerla abbiamo dovuto rinunciare a qualche comparsa.

Voto:

More about TornTitolo: Torn
Autore: Amanda Hocking
Serie: Trylle Trilogy, vol.2
Edito da: Macmillan Publishers Ltd
Prezzo: 7,16 €
Genere: Urban Fantasy, Romance
Pagine: 352 pp.

 

 

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi