Tria Ora di Gianmarco Parodi

Gianmarco Parodi (San Remo, 1986)

Scrive poesie e romanzi sin da bambino, Tria Ora è la sua prima pubblicazione. Mosso da una personalità molto sensibile, è portato ad essere attento ad ogni minimo particolare. Enormemente attratto da tutto ciò che è Arte, studia canto moderno e pianoforte, ha fatto parte di alcuni cast di musical ed è voce guida nel complesso Spes Band, gruppo benefico dell’associazione Spes Auser di Ventimiglia. Lo contraddistinguono le sue molteplici personalità e i suoi innumerevoli nomi, tutti nascosti all’interno di ogni suo personaggio, mentre al mondo reale regala la semplice (o quasi) identità di “Gianmarco”. Ama tradurre la vita tramite una visione fiabesca dalla quale trae ispirazioni per i suoi racconti e i suoi pensieri. Romanticamente introverso è molto geloso delle sue creazioni ma al contempo ansioso di esprimersi.

Intervista autorehttp://www.thrillermagazine.it/rubriche/10148/


Titolo: Tria Ora (isbn:978-88-95396-24-8)
Autore: Gianmarco Parodi
Serie: #
Edito da: Demian
Prezzo: 10,00 €
Genere: Young/Adult Fantasy, Mistero
Pagine: 120  p.
Voto

 

Trama: Due ragazzi ed una notte insonne. 
Due caratteri e due storie che si intrecciano in una sola amicizia. 
La ricerca ostinata di un segreto celato da un antico borgo di montagna detto “paese delle streghe”, Triora. Una storia che si cala fin sottoterra, nel cuore pulsante della roccia, dove essa, viva testimone del passato riposa, e dove strane e potenti presenze sono sintomo di un’arcana superstizione. Tria Ora, l’antico nome, dal latino significa “tre bocche”; questo è il punto di partenza di un viaggio che scava non solo nella nuda terra, ma anche nei luoghi più segreti della mente e del cuore di due persone. E’ proprio in questi luoghi che talvolta vivono entità, e sentimenti, che sanno oltrepassare perfino lo spazio. Ed il tempo.

Estratto:

“Disumanamente stavo perdendo sangue… disumanamente mi trascinavo per strada,in cerca di un rifugio sicuro… disumanamente non sapevo se avessi seminato il miopericolo, o se solo stesse giocando con me nascondendosi dietro gli angoli,seguendomi di nascosto, ancora, per poi colpirmi all’improvviso, e finirmi.Di quella notte non ricordo molto. Solamente adesso mi sembra di percepire ancoraquel soffio di morte improvvisa che precede lo svenimento, lo stesso istante in cui nonsai se è la fine, non sai se è l’inizio della fine, non sai se sia il destino che ha firmatola tua ultima condanna… So solo che fuggii dal tunnel, riuscii a farlo… so solo che vidi una luce, grande, purae bianca, là sulla collina e la raggiunsi… ma non chiedermi come, amico, nonchiedermelo ora, che ti vedo, e non posso risponderti. Ora che tu non mi vedi, ma lostesso mi parli. Tu che sei ancora… mentre io, purtroppo, non sono più.Tornami a cercare… devi tornarmi a cercare…Ti prego non dimenticarmi…”.


Opinione Personale:  Tria Ora è il romanzo d’esordio del giovane scrittore Gianmarco Parodi, ho avuto occasione di leggerlo in quanto l’autore ha aderito al progetto “In my mailbox” di Sognando Leggendo spedendoci la sua opera in formato pdf. Ne approfitto per ringraziare l’autore per la sua gentilezza.

Il libro ha una trama così originale che è difficile incasellarlo in un unico genere: possiamo dire che è un fantasy atipico, che si svolge in un antico borgo, con alcune pennellate di horror.
In apparenza i due protagonisti sono due giovani amici, molto legati tra loro, che preferiscono alla solita serata in discoteca una serata avventurosa: cercheranno di scoprire la verità sul segreto celato da un antico borgo di montagna detto “paese delle streghe”, Triora. Ed è proprio quest’ultimo il protagonista dell’intero romanzo, dove verranno svelati i suoi oscuri segreti tra avventura e magia.
Il merito dell’autore sta nell’aver creato un’opera che non annoia mai il lettore, piena di colpi di scena e con una trama che non è mai banale né scontata. Nel romanzo si mescolano la magia di un antico borgo con la voglia insaziabile di due ragazzi di scoprire la verità, di andare oltre e avventurarsi nell’ignoto dove incontreranno svariati pericoli ma anche l’amore.
Un libro dal ritmo incalzante e dove lo stile dell’autore è davvero buono ma purtroppo un po’ offuscato da un editing che avrebbe potuto essere decisamente migliore. Alcune parti del libro, infine, risultano troppo brevi ed è un peccato in quanto una trama così originale avrebbe meritato più spazio. A parte queste piccole pecche è comunque un libro da leggere e che consiglio a chi ama il fantasy e vuole scoprire un nuovo autore.


Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi