Un incontro con Carlo Martigli, scrittore di “L’Eretico” a Roma il 7 Febbraio

Il 7 Febbraio 2012 alle ore 18,00 si terrà a Roma un incontro con il famoso autore di thriller storici italiano Carlo A. Cartigli. Per presentare il suo nuovo libro edito dalla Longanesi, L’Eretico, Martigli discuterà con i suoi fans e con la scrittrice Alessandra Buccheri alla libreria MelBook Store, in via Nazionale 254. Non perdete questa unica occasione!!!

Titolo: L’Eretico
Autore: Carlo Martigli
Edito da: Longanesi
Prezzo: € 17,60
Uscita: Gennaio 2012
Genere: Narrativa, Storico, Thriller
Pagine: 491 p.

Trama:

Firenze, 1497, Pico della Mirandola è morto da poco e con lui la speranza di un accordo fra le varie religioni in lotta. La città è ora in mano a un frate che predica sacrifici e si scaglia contro tutte le ricchezze, anche quelle culturali: Girolamo Savonarola. Perché Savonarola vuole cancellare tutto ciò che Pico della Mirandola aveva faticosamente costruito? Quale messaggio sconvolgente si nasconde nell’opera di Pico?
Intanto dal lontano Tibet, due monaci sono in cammino verso Occidente, e portano una testimonianza straordinaria, l’Ipsissima Verba, le parole dell’uomo che con il nome di Issa trascorse gli anni della giovinezza ad apprendere la saggezza orientale. L’uomo che, tornato in Palestina, rivoluzionò il mondo con il nome che gli apparteneva un tempo: Gesù.

 

L’Eretico spiegato Carlo Martigli

L’Eretico parla del mistero più grande del mondo, un mistero che è stato ignorato per oltre duemila anni, e che si può riassumere in una domanda: che cosa è successo dal dodicesimo al trentesimo anno della vita di Cristo? Non ci sono testimonianze di questi anni. Neanche nei Vangeli. Questa idea rappresentava uno spunto secondo me molto appassionante. Dopo aver pubblicato 999-L’ultimo Custode ho pensato che scrivere di questo argomento, un argomento molto “eretico”, appunto, e impegnativo, in quanto si trattava di narrare una storia mai scritta da nessuno.  Esiste un filo rosso che unisce i due libri, e in L’eretico c’è anche la spiegazione di alcuni misteri rimasti aperti in 999, ma attenzione, i due libri sono autonomi. Non si tratta di un ciclo, né di una saga”.

 

Carlo Martigli;

Madre pianista, padre violinista, architetto, critico d’arte e bibliofilo. In questo contesto eclettico e in una Livorno cosmopolita, matura lo spirito di Carlo A. Martigli. Le medie ai Gesuiti gli aprono la mente e gli danno il gusto della ricerca storica e filosofica, in assoluta libertà. Completa gli studi classici e mentre frequenta l’Istituto di Filosofia del Diritto a Pisa, lavora part-time al Tirreno di Livorno. Una tragica malattia del padre lo obbliga a cercare un impiego che gli consenta di aiutare la famiglia in difficoltà. Arriva la classica banca, che lo assume quasi per sbaglio dopo un colloquio con il capo del personale incentrato solo sulla comune passione per il teatro. Martigli fa una splendida carriera, in pochi anni diventa dirigente. I libri sono sempre la sua passione, legge di tutto e approfondisce in particolare due tematiche: la decadenza dell’impero romano e lo spirito del Rinascimento, specchio entrambi dell’attuale società e delle immense capacità dell’uomo di rinascere. Pubblica un primo libro di favole in rima, dedicato a sua figlia, che Emanuele Luzzati chiederà di illustrare. La banca gli sta sempre più stretta e quattro anni fa, si dimette rinunciando a tutte le sicurezze economiche per dedicarsi esclusivamente alla scrittura in modo professionale. Si dà un obiettivo di tre anni: dopo di che, se non riuscirà, aprirà una pizzeria. Sa che è una sfida quasi impossibile ma vuole almeno dire a se stesso di averci provato. Pubblica due romanzi storico/fantasy e alcuni saggi, tra cui uno sui miracoli non cattolici nel mondo. È l’inizio della svolta, il successo arriva in Italia e all’estero con il thriller storico 999 L’ultimo Custode. Intanto, per una scommessa, diventa il cult writer dei romanzi horror per ragazzi sotto lo pseudonimo di Johnny Rosso. Contro tutte le previsioni ce l’ha fatta, quasi una metafora dei suoi studi, decadenza e rinascita.

Sito dell’autore: www.martigli.com/

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi