Una Lunga Estate Crudele di Alessia Gazzola [Serie Alice Allevi #4]

Una Lunga Estate Crudele

Serie Alice Allevi #4

di Alessia Gazzola

 

Titolo: Una Lunga Estate Crudele
Autore: Alessia Gazzola
Serie: Alice Allevi #4
Edito da: Longanesi
Prezzo: 16,40 €
Genere: Chick Lit, giallo, rosa
Pagine: 313 pag.

anobii-iconGood-Reads-iconamazon-icon

Trama: Alice Allevi, giovane specializzanda in medicina legale, ha ormai imparato a resistere a tutto. O quasi a tutto. Da brava allieva, resiste alle pressioni dei superiori, che le hanno affidato la supervisione di una specializzanda… proprio a lei, che fatica a supervisionare se stessa! E lo dimostra anche la sua tortuosa vita sentimentale. Alice, infatti, soffre ancora della sindrome da cuore in sospeso che la tiene in bilico tra due uomini tanto affascinanti quanto agli opposti: Arthur, diventato “l’innominabile” dopo troppe sofferenze, e Claudio, il medico legale più rampante dell’istituto, bello e incorreggibile, autentico diavolo tentatore. E infine, Alice resiste, o ci prova, all’istinto di lanciarsi in fantasiose teorie investigative ogni volta che, in segreto, collabora alle indagini del commissario Calligaris. Il quale invece dimostra di nutrire in lei più fiducia di quanta ne abbia Alice stessa. Ma è difficile far fronte a tutto questo insieme quando, nell’estate più rovente da quando vive a Roma, Alice incappa in un caso che minaccia di coinvolgerla fin troppo. Il ritrovamento dello scheletro di un giovane attore teatrale, che si credeva fosse scomparso anni prima e che invece è stato ucciso, è solo il primo atto di un’indagine intricata e complessa. Alice dovrà fare così i conti con una galleria di personaggi che, all’apparenza limpidi e sinceri, dietro le quinte nascondono segreti inconfessabili.

Serie Alice Allevi:

1. L’Allieva, 2011
2. Un segreto non è per sempre, 2012
0.1. Sindrome da cuore in sospeso (prequel), 2012
3. Le Ossa della Principessa, 2014
4. Una lunga estate crudele, 2015

Clicca sul titolo per andare direttamente alla recensione degli altri volumi della serie.

Immagine5

Recensioneùdi Nasreen

Puntuale come un orologio svizzero eccoci con un nuovo romanzo di Alessia Gazzola, e noi di SognandoLeggendo, come sempre, mettiamo tutto il mondo di letture che abbiamo in coda di lettura in sospeso e corriamo ad azzannare l’ultima fatica di questa fantastica autrice.

Siamo al quinto romanzo, e mentre la mente torna ai tempi de L’Allieva e ricorda la goffa e pasticciona Alice… Ci rendiamo conto che oggi, con Una lunga estate crudele, la nostra Alice è più goffa e casinista di prima!

Alcune cose però son cambiate dall’epoca. Alice vive oggi con la sua quasi-cognata, la psicodrammatica Cordelia. Attrice di professione, e bravissima a far impazzire Alice. Yukino come ben sappiamo è tornata nel suo paese, ovvero il Giappone, C.C. – il bellissimo ma impossibile medico legale – continua a spingersi verso Alice e a tornare indietro come la risacca della marea e, infine, Arthur sembra voler tornare a fare capolino nella vita della nostra eroina ogni qualvolta questa tenti di muovere un timido passetto oltre la sua travagliata storia d’amore con il giornalista d’assalto.

Siamo a Roma, il caldo è soffocante nella capitale, e mentre Alice cerca di barcamenarsi fra una nuova allieva che le è stata affidata (e ancora si sta chiedendo come sia mai possibile visto i suoi continui casini sul lavoro) e i suoi problemi con Claudio (C.C.) e Arthur, viene chiamata dal fedele e fiducioso Calligaris.

In una stanza nascosta nel Teatro shakespeariano del Bardo dell’Avon, viene ritrovato il cadavere mummificato di un attore scomparso da più di vent’anni. Ovviamente il caso viene affidato a Calligaris che non può che precipitarsi a contattare Alice per coinvolgerla in un altro assurdo e ingarbugliatissimo caso.

Ritroviamo Alice, dopo Le Ossa della Principessa, in un libro che ha il sapore dell’evoluzione e della crescita. Crescita professionale per Alice, crescita emotiva – anche se ben lontana dall’essere arrivata a districare il caos del suo cuore – e crescita dell’autrice, che ci regala un romanzo qualitativamente superiore a tutti gli altri. Gli intrecci narrativi stanno migliorando, e non fanno altro che dimostrare un continuo mettersi in gioco da parte di Alessia Gazzola.

In questo romanzo l’autrice ci regala un mistero del passato, che affonda le sue radice venti anni addietro, e nonostante ciò non ci sono fili pendenti che potrebbero lasciare perplessi. Tutti gli indizi, sapientemente gettati sotto gli occhi del lettore, vengono ripresi, svelati e collegati. Non si tratterà di un romanzo puramente “investigativo”, ma dobbiamo ammettere che la crescita, dai tempi de L’Allieva, è innegabile, e le note leggere, i continui pasticci di Alice, nulla tolgono al romanzo.

Come già detto, sentimentalmente parlando, le cose sono ben lontane da essere risolte, per Alice. Le cose con Arthur non sono chiuse come credevamo (e alcune di noi lo speravano ardentemente), dato che l’uomo decide improvvisamente che no, probabilmente perdere Alice non è stata una delle cose più “azzeccate” della sua esistenza. Nel mentre Confroti cerca di convincere la nostra dottoressa che la sua “via” è la migliore, spontanea e senza impegni… E alla fine si affaccia una terza persona. Alice conoscerà l’amore, o comunque un corteggiamento maturo, privo di drammi come quelli avuti fino ad ora, e la tentazione di cedere alla tranquilla dolcezza di questo uomo sarà forte… Come non cedere quando si potrebbe avere la possibilità di non soffrire?

Ad Alice però, purtroppo, piacciono le mazzate.

In conclusione ci troviamo di fronte all’ennesima conferma di Alessia Gazzola, ormai un appuntamento annuale irrinunciabile. Ottima trama, personaggi sapientemente tratteggiati e fatti “crescere”, e sottotrame dei personaggi secondari coinvolgenti e mai soverchianti. Insomma, una garanzia! Ottimo romanzo… Se non fosse che dovremo attendere un altro intero – e lungo! – anno per leggere il prossimo!
Potremo giusto consolarci, magari, con la serie tv…

Voto

 

 

 

alessia gazzolaAlessia Gazzola medico chirurgo specialista in medicina legale, è nata nel 1982 a Messina, dove vive e lavora. Ha esordito nella narrativa con il romanzo L’allieva (Longanesi 2011), che ha fatto conoscere e amare al pubblico italiano – e a quello dei principali Paesi europei dove è uscito – un nuovo e accattivante personaggio, Alice Allevi. Alice è ancora al centro del secondo romanzo, Un segreto non è per sempre, del prequel Sindrome da cuore in sospeso (entrambi usciti presso Longanesi nel 2012) e del terzo romanzo, Le ossa della principessa (Longanesi 2014).

Goodreads_iconFacebook-iconBlogger-iconTwitter-icon

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi