Un’estate da ricordare di Mary Balogh [Serie Bedwyn – prequel #2]

Un’estate da ricordare

Serie Bedwyn – prequel #2

di Mary Balogh

 

un estate da ricordareTitolo: Un’estate da ricordare
Autore: Mary Balogh (Traduzione: Ascoli J.- Marini R.)
Serie: Bedwyn – prequel #2
Edito da: Mondadori
Prezzo: 9,50 €  (ebook 4,99 €)
Genere: Historical romance
Pagine: 336 p.

anobii-icon Good-Reads-icon amazon-icon

Trama: Kit, conte di Ravensberg, non è certo quello che la buona società londinese di inizio Ottocento definirebbe un gentiluomo: dopo aver abbandonato la carriera militare si è trasferito nella capitale e passa le giornate dedicandosi alla sua attività preferita, scandalizzare i benpensanti. Dal canto suo Lau-ren, dopo essere stata abbandonata sull’altare, è decisa a non commettere mai più l’ingenuità di donare il proprio cuore a un uomo. I due desiderano più di tutto evitare un matrimonio, ma un fidanzamento può far comodo a entrambi: Kit non dovrà subire le candidate proposte dalla sua famiglia e Lauren potrà agire in piena libertà. Nessuno dei due ha però fatto i conti con un ospite inatteso: l’amore vero.

Serie Bedwyn:

1° prequel  INDIMENTICABILE – One Night for Love (1999)
2° prequel UN’ESTATE DA RICORDARE – A Summer to Remember (2002)

1. SPOSA A META’ – SLIGHTLY MARRIED (2003)
2. INCIDENTE D’AMORE – SLIGHTLY WICKED (2003)
3. UNA LADY SCANDALOSA – SLIGHTLY SCANDALOUS (2003)
4. LA TENTATRICE – SLIGHTLY TEMPTED (2003)
5. INNAMORARSI DI UN LORD – SLIGHTLY SINFUL (2004)
6. IL DUCA DI GHIACCIO – SLIGHTLY DANGEROUS (2004)

Immagine5

Recensioneùdi Alexa G

Non riesco a decidere se questo libro mi sia piaciuto o no. Non ho una predilezione per i romanzi regency e forse adesso ne capisco il motivo, troppo scontati e pieni di manierismi ma è fuor di dubbio che Mary Balogh sia una scrittrice che ci sa fare, altrimenti avrei abbandonato il libro senza neanche chiedermi come sarebbe andata a finire la storia tra Kit e Lauren – si sa che tutto finisce senza drammi e che il lieto fine è assicurato.

modello 1Avrete capito che non amo le storie scontate, quelle che, per intenderci, appena leggi il primo capitolo sai già come andrà a finire e di cui, questo romanzo, rientra appieno nella categoria. Ma devo dare a Cesare quel che è di Cesare – o a Mary per essere precisi.  😉

La Balogh viene da molti indicata come una maestra del genere romance storico – di cui ammetto non essere un’accanita lettrice – e spinta dalle recensioni positive mi sono immersa per la prima volta in una sua opera aspettandomi di appassionarmi a un genere che mai mi ha particolarmente attirato. Risultato? Lettura piacevole e scorrevole con qualche frase a effetto che ha reso più tridimensionali protagonisti che altrimenti sarebbero risultati dei cliché viventi.

Lauren Edgeworth è la classica donna di buona famiglia, educata, compita e pudica della società londinese di inizio Ottocento e Kit Ravensberg è il classico rampollo scapestrato che vive liberamente prima di mettere giudizio ed occupare il posto che gli spetta di diritto.

Ma entrambi i protagonisti hanno un passato con qualche ferita e le cicatrici sono ancora dolenti. Potrà il loro incontro lenire i rispettivi dolori? A quanto pare sì e non sto certo spoilerando anche perché è chiaro a tutti che la vicenda si chiuderà con un matrimonio in grande stile.

modellLa vicenda inizia a farsi interessante quando apprenderemo i personali tormenti di Lauren, successivamente quelli di Kit e le motivazioni saranno tutt’altro che scontate, almeno qui.

Kit Ravensberg ha un problema: sua nonna sta per compiere gli anni e il padre, come regalo di compleanno, ha deciso che è il momento per il figlio di prendere moglie. La moglie in questione è stata scelta: sarà l’ex del fratello maggiore morto a causa di una malattia nonché sua ex promessa sposa prima che lei lo piantasse per poter sposare Jerome, il primogenito, erede della fortuna dei Ravensberg.

Lo accontenterò anche per quanto riguarda il regalo di compleanno. Ma lo farò alle mie condizioni. […] Sceglierò una donna al di sopra di ogni critica, e questo lo irriterà di più di qualsiasi altra cosa, perché non avrà niente da ridire su di lei. Dovrà essere insignificante, rispettabile, pudibonda e perfetta» disse con torva soddisfazione.

Lauren invece ha ventisei anni e solo un anno prima è stata piantata in asso all’altare dallo sposo a causa della ricomparsa della precedente moglie creduta da tutti morta – se non è Beautiful poco ci manca – e a causa di ciò ha deciso che non sposerà mai nessun altro, troppa l’umiliazione subita, troppo il dolore. Da quel giorno si è protetta dietro un comportamento impeccabile finendo per chiudersi in un’esistenza vuota e rigida in cui non c’è spazio per i sentimenti.

Kit non ha intenzione di ubbidire e così, complice un incontro fortuito tra lui e Lauren, i suoi amici metteranno in piedi una scommessa: far capitolare Lady Ghiacciolo prima dell’estate.

Se fosse un film si intitolerebbe: “Cinque settimane per farla innamorare.” Vi ricorda qualcosa, eh? Anche a me.  Mosso da un sentimento di affetto autentico Kit finirà per confessare alla povera donna la scommessa.

Lauren, però, non è la donna scialba e dimessa che tutti credono e avrà le sue condizioni da dettare, da qui la controproposta: fingersi sua fidanzata a tempo determinato, almeno fino a quando Ravensberg non si sarà tolto dall’impiccio di sposare quella che lui crede la vedova di suo fratello.

È una donna determinata Lauren, che vuole essere padrona del proprio destino e decidere come vivere la propria vita e accettare la proposta di matrimonio di Kit è il solo modo che conosce per ottenere ciò che vuole realmente ovvero ritirarsi a vita privata e non essere la sposa di nessuno. Ma prima di uscire di scena vuole regalarsi la sua stagione migliore.

La proposta lascerà sgomento il povero visconte che non si aspettava certo un ribaltamento di ruoli simile, da orditore di inganni e manipolatore a egli stesso manipolato dal piano congegnato da Miss Edgeworth.

Da questo patto vorrei ricavare la vostra promessa, Lord Ravensberg, di darmi un’estate indimenticabile per il resto della mia vita. Avventura e… be’, avventura. È quello che voglio in cambio della vostra liberazione da un matrimonio impostovi.

Se volete lasciarvi avvolgere dalle atmosfere della Londra di inizio Ottocento e amate gli amori puri e formali ambientati tra una festa da ballo e una passeggiata tra giardini e roseti, questo, è il romanzo giusto per voi, altrimenti orientatevi altrove, le storie, per fortuna, non mancano.

Voto

 

1Astelle

 

Immagine5

mary baloghMARY BALOGH, è una delle più acclamate e premiate autrici contemporanee del genere storico/regency, nasce a Swansea, nel Galles. Trasferitasi in Canada con un contratto di tre mesi come insegnante, incontra Robert che finisce per sposare e con il quale ha tre figli. In Canada inizia anche la sua carriera di scrittrice, pur continuando a fare l’insegnante. Il suo primo successo, “A Masked Deception”, scritto a mano nei ritagli di tempo sul tavolo della cucina, esce nel 1985 e vince in quell’anno il premio della rivista Romantic Times come miglior opera prima nel genere regency. Oggi Mary Balogh è una scrittrice romance a tempo pieno che ha all’attivo numerosi libri e altrettante fedeli lettrici in tutto il mondo. I suoi libri, in Italia, sono stati tradotti finora da Mondadori e Leggereditore.

Pinterest-iconsGoodreads_iconFacebook-iconBlogger-icon

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi