VideoGame: oggi parliamo di ‘Paladins’

logo-joistick


Grazie al mio nuovo pc ultimamente mi sto avvicinando al pc gaming, ma ovviamente non avendo un soldo, la prima cosa che ho fatto è andare nella sezione “free to play” di steam (piattaforma sviluppata da Valve che si occupa di distribuzione digitale), per scaricare qualche gioco interessante e, tra i più gettonati, è uscito Paladins.

Paladins da molti è stato definito “l’Overwatch dei poveri”, e  indubbiamente non si può dargli tanto torto, in quanto molti personaggi sono molto simili a quelli di Overwatch e addirittura lo sono anche le abilità.

A rispondere a queste accuse è stato Todd Harris, uno dei fondatori di Hi-Rez casa produttrice di Paladins, che ha fatto sapere tramite Twitter, che per creare Paladins si sono inspirati a Team Fortress 2 e non ad Overwatch, in quanto lo sviluppo di Paladins è iniziato prima di quest’ultimo.

I personaggi, oppure campioni, sono in totale 23, alcuni però sono utilizzabili acquistandoli al prezzo di 5000 monete per altri  invece bisognerà raggiungere un determinato livello.
I campioni si suddividono in 4 classi : front line, support, damage e flank.

Ogni campione ha le proprie abilità che se usate al momento giusto possono fare la differenza, inoltre hanno un ultimate che può essere ricaricata infliggendo danni ai nemici.

Front Line : sono i campioni che hanno più vita e hanno il compito di andare in prima fila per guidare il team.
Barik
Inara
Makoa
Fernando
Ruckus
Torvald

Support : sono i soli a poter curare i propri compagni.
Grohk
Grover
Mal’ Damba
Pip
Ying

Damage : sono i campioni che hanno il compito di fare più danno possibile agli avversari.
Bomb King
Cassie
Drogoz
Kinessa
Sha Lin
Tyra
Viktor ( il mio preferito)

Flank : sono molto veloci e sono in grado di uccidere i nemici molto velocemente.
Androxus
Buck
Evie
Lex
Maeve
Skye

Paladins è un gioco in cui esiste solo il multiplayer e per quanto riguarda il gameplay è molto simile ad Overwatch, ma più action.

Ci sono varie modalità di gioco:
Siege: Modalità nella quale bisogna conquistare un punto al centro della mappa per poi spingere il payload, ossia un carro, al fine di arrivare nella base avversaria.

Payload: Modalità nella quale il team attaccante deve spingere il payload più avanti possibile, mentre il team opposto dovrà bloccare l’avanzata del carro.

Survival: Modalità stile “battle royale” nella quale ogni personaggio sconfitto non può ritornare in gioco fino al round successivo.

PvE: Modalità nella quale si dovranno conseguire degli obbiettivi predisposti dagli sviluppatori, che variano da aggiornamento ad aggiornamento, contro l’intelligenza artificiale.

Devo ammettere che questo videogame, per essere un “free to play”, è davvero ben fatto e con un gameplay molto divertente che sa come tenere incollati i giocatori allo schermo, inoltre non è il classico “Pay to win”, dove per vincere devi spendere soldi reali per le armi oppure per i personaggi più forti, e di questi tempi una caratteristica del genere è molto rara in questo tipo di giochi.

Paladins è la dimostrazione di come non servono una montagna di soldi per creare un bel gioco.


gif_animate_separatori_06.gif 

By Awanagana

editing by Simog
                                           

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi