Vivi… ancora una volta di Moreno Tubia

Vivi… ancora una volta

di Moreno Tubia

 

Titolo: Vivi… ancora una volta
Autore: Moreno Tubia
Edito da: Echos Edizioni
Prezzo: 12.00 EUR
Genere: Romanzo
Pagine: 112
ISBN: 978-88-98824-17-5

 amazon-icon

Trama: Il protagonista è appena deceduto ma, stranamente, è lui stesso a far visita alla propria tomba. Un fantasma? No: il fortunato destinatario di una seconda opportunità. Sarà catapultato nel Nevada, in un piccolo centro, e avrà un certo numero di settimane a disposizione per spendere meglio la propria vita, prima che questa si concluda definitivamente. Se potessi avere una seconda possibilità… Tu che cosa faresti?

Immagine5

di Sarinique

Vivi… ancora una volta è un libro che ti fa credere nelle seconde possibilità. Infatti, una seconda possibilità, è quella che cerca il protagonista appena deceduto in questo romanzo di Moreno Tubia.

Egli è alla ricerca di se stesso; inizia questo viaggio nel Nevada senza soldi né vestiti, ma con in tasca solo la voglia di vivere un’avventura e, se nella sua vita precedente era stato un po’ fifone, ora non può (non deve) esserlo.

In questa sua seconda possibilità incontra persone fantastiche: Bill, Louis, Buck, Dan, Christina…

Con alcuni instaura una relazione di lavoro-amicizia, con altri, invece, creare un rapporto è più difficile, con altri ancora chissà… non voglio anticiparvi niente!

Ciò che lo rattrista è che questo viaggio non può essere per lui che un momento di passaggio. Non a caso molto presto dovrà dire addio a tutte le persone che lo hanno aiutato e che hanno saputo dargli tanto, lasciando un vuoto nei loro cuori. Infatti il nostro protagonista è riuscito in poche settimane a conquistare l’amore di buona parte degli abitanti del piccolo centro del Nevada in cui si è ritrovato a vivere per la seconda volta.

Woman walking on the sandbeachAll’inizio della lettura, i pensieri del protagonista mi angosciavano, così come le immagini che l’autore descriveva, come ad esempio la scena di lui che cerca la sua lapide al cimitero, i commenti sulla foto scelta per farlo ricordare, le riflessioni sulle scarpe fatte indossare alla sua salma… poi però, andando avanti, percepivo un non so che di spensierato nell’agire del protagonista. In fondo, cosa ha da perdere? Adesso ha finalmente l’occasione di vivere, di agire, essere come vuole. La sua vita è già finita. Questa non è che la seconda conclusione della quale è lui a scriverne il finale.

Parlando di possibilità, credo che tutti dovremmo darne una a questo libro, perché, oltre ad essere un buono spunto di riflessione, la sua trama cattura il lettore; ci sono momenti di suspense alternati a momenti di tenerezza e di commozione, monologhi che assumono quasi le sembianze di stream of consciousness.

Anche dal punto di vista grammaticale, il libro scorre bene, non ci sono ripetizioni e i discorsi diretti tra i personaggi sono abbastanza realistici.

È un romanzo breve che non richiede molto impegno. Una piacevole lettura prima di andare a letto che, durante la giornata, ti farà desiderare di arrivare velocemente al dopo cena per riprendere da dove avevi lasciato la sera precedente.

Voto

 

1Astelle

 

Immagine5

Echos Edizioni

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi